• Rientrando da Verona…

    Tornati a casa dopo l’ultimo Vinitaly, un dovere, oltre che un piacere è sempre quello di ringraziare le persone che ci sono venute a trovare e soprattutto a conoscere.

    Felici di aver ottenuto un riconoscimento importante, come quello dei 90 punti al nostro Pecorino Igp Terra di Chieti BIO 2018 assegnatoci da 5Stars, anche quest’anno la nostra soddisfazione più grande è stata quella di presentare le nostre vecchie annate. Allo stand disponibili in degustazione il Colline Teatine Bianco Igp 2006, il Riesling Terra di Chieti Igp 2012, il Montepulciano d’Abruzzo Sul 2009…e poi il Cerasuolo d’Abruzzo Dop 2008 presente e presentato durante una verticale organizzata dal Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo, guidata dai giornalisti del Gambero Rosso accanto a vari brand, tra i quali il noto Valentini.

    Di seguito il link https://www.gamberorosso.it/notizie/vinitaly-2019-report-cerasuolo-dabruzzo-lunga-vita-al-e-del-vino-rosa/?fbclid=IwAR1DSHNdTzKMo6TDVq4DNhSiK84Uivyw3WUkDAFS1S-DV65qAtcM3fmTeCE

    Un’emozione indescrivibile aprire dopo 10 anni una bottiglia di rosato da uve Montepulciano fermentate in barrique con quei sentori di caramello, tostatura, leggeri sentori di frutta sotto spirito e spezie.
    Certo un’etichetta da stappare con parsimonia, selezionando la compagnia…ma davvero un “viaggio” a ritroso nel tempo…ricordando da dove siamo partiti per arrivare ad oggi.

    Un Vinitaly importante durante il quale abbiamo ufficialmente presentato al mercato italiano, oltre che internazionale, la nostra linea biologica, stappato Magnum e brindato con bollicine di oltre 48 mesi sui lieviti che ci hanno confermato, grazie ai numerosi feedback che la Pazienza premia e la Qualità anche.

    Animati dai risultati e carichi dalle nuove relazioni intraprese, ci avviamo al prossimo appuntamento: vi aspettiamo al

    Vinexpo di Bordeaux, Hall 1 CD90.

  • Vinitaly 2019 e non solo

    A poco meno di una settimana dall’inizio della manifestazione di fama internazionale, Vinitaly, oltre a ricordarVi la nostra postazione, Hall12, Stand F2, (vicinissimi all’entrata di Re Teodorico), vi suggeriamo qualche idea per sfruttare la permanenza a Verona per visitare alcuni incantevoli luoghi o aderire ad alcuni degli eventi collaterali.

    Citta’ resa famosa dal romanzo “Romeo e Giulietta”, la deliziosa cittadina veneta, in occasione della fiera del nettare di Bacco si colora di etichette esposte in ogni vetrina e si anima di manifestazioni in piazza e lungo le sue strade.

    È sufficiente visitare il sito internet http://www.vinitalyandthecity.com per leggere a proposito delle numerose iniziative fuori dai padiglioni fieristici del Veronafiere.

    Se all’interno delle estese aree della fiera, ogni giorno produttori, consorzi e operatori del settore si adoperano per organizzare degustazioni, verticali, approfondimenti, non dimentichiamoci la bellezza di alcuni dei luoghi archtettonici facilmente raggiungibili a piedi e visitabili anche in poco tempo.

    Con piacere condividiamo un link https://luoghidavedere.it/luoghi-da-vedere-in-italia/veneto/itinerario-per-visitare-verona-in-1-giorno_1801 che può tornare utile a chi desidera unire un momento di business con qualche ora da turista… per non dimenticarsi poi dell’opportunita’ di ritagliarsi dei momenti di relax gastronomici in alcune delle numerose realtà ristorative che offrono piatti tipici come il “bollito con la salsa di pera’”, “Risi e bisi”, il “baccalà alla vicentina”…magari in abbinamento a qualche vino extraregionale… abruzzese?!

  • Pochi giorni al nostro appuntamento…

    A poco meno di una settimana dall’inizio dell’ormai prossimo Prowein, in un clima di grande fermento per le novità in arrivo e l’emozione di poterle presentare ad un pubblico internazionale di appassionati e specialisti del settore, con piacere Vi invitiamo nuovamente a venirci a trovare per poter insieme scoprire un territorio e assaggiare i prodotti che ne sono la più autentica e fedele espressione.

    In degustazione troverete la nostra nuova linea biologica, le nuove annate, ed un’esclusiva tutta da scoprire e assaporare…

    Vi aspettiamo!

  • Un mese ricco di soddisfazioni…

    “…atterri, arrivi in hotel e prima di coricarti per iniziare una nuova avventura nel territorio statunitense, controlli le mail.

    Stanca e confusa dal viaggio, dal fuso…leggi un messaggio che ti restituisce almeno la metà delle energie che sentivi di aver perso: alcuni dei tuoi vini sono stati premiati dalla Mondus Vini!

    Medaglia d’oro alla Riserva e medaglia d’argento per ben due vendemmie consecutive al Riesling e al Montepulciano!

    …proprio a Lui…a quel Vino tanto insolito per l’Abruzzo, ma apprezzato da molti, e premiato proprio da Loro, i Tedeschi, i produttori per eccellenza del nettare dai sentori petrolati!

    Un sorriso si stampa sul tuo volto, l’espressione si distende…bello sarà poter dare la notizia a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di queste opere uniche.

    Eh si…il Vino è anche questo.
    Un’opera d’arte realizzata con la complicità di Madre Natura e tante persone che Vi hanno investito Cuore, Corpo e Mente.

    E mentre gli occhi si chiudono pensando alla degustazione dell’indomani, la mente viaggia e il cuore batte..forte”.

  • Anteprima Novità 2019

    Azienda Nicola Di Sipio - IGT Pecorino Terre di Chieti

    …ma perchè si chiama “Pecorino”?

    Il vitigno “Pecorino” è coltivato già da tempi antichissimi e la sua origine si perde nella storia. Esistono molte ipotesi sull’origine del nome e sul suo significato, vediamone alcune…

    Ipotesi numero 1 (l’uva dei “pecorari”)
    Ritenuta essere un’uva dallo scarso pregio, venne così chiamata perchè considerata adatta a gente umile come per erano ritenuti “i pecorari” (termine, spesso dispregiativo, utilizzato per riferirsi ai pastori).

    Ipotesi numero 2 (il formaggio “frizzante” Pecorino)
    Il nome “Pecorino” sembrerebbe essere stato assegnato a questo vino in virtù dell’abbinamento col più celebre formaggio “Pecorino”. Nello specifico tale ipotesi si fonda su alcune somiglianze tra il formaggio e il vino ottenuto da uve “Pecorino”.

    Secondo alcune fonti, il vino prodotto da quest’uva rifermentava spesso col nuovo caldo di primavera, presentandosi così effervescente, “vivace” o “frizzante“. Allo stesso modo pare fosse definito il formaggio ottenuto dal latte di pecora, marcato da una vivacità di sapore.

    Ipotesi numero 3 (“pecore buongustaie”)
    Secondo alcune storie, il periodo della transumanza (la migrazione stagionale dei greggi coi loro pastori) coincideva con il periodo di maturazione di questa uva. Le pecore guidate ad attraversare i vigneti si racconta fossero attratte dai dolci grappoli.

    Ipotesi numero 4 (“la forma di una testa”)
    Un’altra delle ipotesi sull’origine del nome “Pecorino” fa risalire il significato alla forma “allungata” dei grappoli dell’omonima uva. I grappoli del vitigno “Pecorino” sono infatti costituiti da un corpo centrale più massiccio e due propaggini laterali. Questa conformazione dei grappoli, sembrerebbe ricordare la forma della testa di una pecora.

  • Vinitaly 2017

    In una veste totalmente nuova,

    anche quest’anno saremo al Vinitaly

    con tutta la nostra gamma,

    qualche vecchia annata e qualche sorpresa

    che non manca mai…

    Dal 9 al 12 Aprile

    nella

    Hall 12,

    Stand H3

    Vi aspettiamo!!!

  • Foodex Japan 2017

    Quest’anno saremo con i nostri vini, i nostri spumanti

    e la nostra passione

    per parlare di noi, della nostra realtà, della nostra regione

    durante la Foodex a Tokyo

    dal 7 al 10 Marzo

    nalla

    Hall 3,

    Stand 3B03-2

    Vi aspettiamo!!!

  • Vinitaly 2016

    Di Sipio Wine era a Vinitaly, una delle manifestazioni più rilevanti nel panorama internazionale.

    Nel video abbiamo in breve richiamato  i nostri prodotti, la nostra realtà e i nostri prossimi obiettivi…

  • Foodex 2016

    Anche quest’anno la nostra azienda è lieta di partecipare a due importanti manifestazioni internazionali: la Foodex di Tokyo e la Prowein di Dusseldorf,
    Anche quest’anno saremo presenti con i nostri prodotti per raccontare Chi siamo, il nostro Territorio, i Prodotti della nostra Terra: Vini, Spumanti e Olio extra vergine di Oliva.

Torna in alto