• Soddisfazioni dopo il The Only Wine Festival

    Quando a Novembre ci contattarono per chiederci il nostro interesse a partecipare al The Only Wine Festival con vero piacere accettamo l’invito, ma di certo non pensavamo che ci avrebbe regalato tante soddisfazioni e sorprese!

    Invitati dal Wine blogger Francesco Saverio Russo con i nostri vini rosati, siamo stati felicemente coinvolti in una manifestazione che per ben due giorni in una location splendida come Città di Castello (PG) ha visto appassionati, professionisti, giornalisti… accostarsi al mondo del Vino Rosato con curiosità ed interesse.

    Interessante poter assaggiare le diverse espressioni “in rosa” dei produttori presenti, ascoltare le descrizioni delle numerose tecniche di vinificazione e scoprire quante sfumature ci possano essere dietro il comune modo di chiamare il “Vino Rosato“.

    Motivati dall’entusiasmo dell’iniziativa, la nostra realtà si è presentata con ben 3 diverse etichette all’appuntamento: il Di Sipio Rosè, blend di uve Pinot Nero e Montepulciano, il Di Sipio Brut Rosè, Metodo Classico da Pinot Nero e Chardonnay, il Di Sipio Cerasuolo d’Abruzzo Dop in due diverse annate: il 2016 ed il 2018 che sta affinando in bottiglia.

    Un piacere ed una soddisfazione poter prendere parte alle Masterclass organizzate dal Festival e soprattutto ricevere il premio come miglior vino rosato, proprio con il Di Sipio Cerasuolo d’Abruzzo Dop 2016, la nostra grande scommessa.

    Già durante il Vinitaly avevamo avuto modo di confermare che qualcosa nell’aria stava cambiando… e

    che la nostra iniziativa, per alcuni ardua e temeraria, di voler fare dei Cerasuoli longevi oggi, dopo oltre 13 anni di lavoro si stava iniziando a fare spazio, raccogliendo seguaci e sostenitori… ed è stato davvero un ennesimo stimolo a proseguire nel nostro cammino quest’ultimo evento, il suo riconoscimento ed i preziosi feedback dei partecipanti.

    Ecco il link per leggere qualche riga in più sull’evento…

    Un ringraziamento all’organizzazione del The Only Wine Festival e a Francesco Saverio Russo che ci ha coinvolti.

    Vi aspettiamo dunque in Abruzzo o ancor prima, alla Vinexpo di Bordeaux, qualora foste presenti!!

  • Rientrando da Verona…

    Tornati a casa dopo l’ultimo Vinitaly, un dovere, oltre che un piacere è sempre quello di ringraziare le persone che ci sono venute a trovare e soprattutto a conoscere.

    Felici di aver ottenuto un riconoscimento importante, come quello dei 90 punti al nostro Pecorino Igp Terra di Chieti BIO 2018 assegnatoci da 5Stars, anche quest’anno la nostra soddisfazione più grande è stata quella di presentare le nostre vecchie annate. Allo stand disponibili in degustazione il Colline Teatine Bianco Igp 2006, il Riesling Terra di Chieti Igp 2012, il Montepulciano d’Abruzzo Sul 2009…e poi il Cerasuolo d’Abruzzo Dop 2008 presente e presentato durante una verticale organizzata dal Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo, guidata dai giornalisti del Gambero Rosso accanto a vari brand, tra i quali il noto Valentini.

    Di seguito il link https://www.gamberorosso.it/notizie/vinitaly-2019-report-cerasuolo-dabruzzo-lunga-vita-al-e-del-vino-rosa/?fbclid=IwAR1DSHNdTzKMo6TDVq4DNhSiK84Uivyw3WUkDAFS1S-DV65qAtcM3fmTeCE

    Un’emozione indescrivibile aprire dopo 10 anni una bottiglia di rosato da uve Montepulciano fermentate in barrique con quei sentori di caramello, tostatura, leggeri sentori di frutta sotto spirito e spezie.
    Certo un’etichetta da stappare con parsimonia, selezionando la compagnia…ma davvero un “viaggio” a ritroso nel tempo…ricordando da dove siamo partiti per arrivare ad oggi.

    Un Vinitaly importante durante il quale abbiamo ufficialmente presentato al mercato italiano, oltre che internazionale, la nostra linea biologica, stappato Magnum e brindato con bollicine di oltre 48 mesi sui lieviti che ci hanno confermato, grazie ai numerosi feedback che la Pazienza premia e la Qualità anche.

    Animati dai risultati e carichi dalle nuove relazioni intraprese, ci avviamo al prossimo appuntamento: vi aspettiamo al

    Vinexpo di Bordeaux, Hall 1 CD90.

  • Verticale di Cerasuolo d’Abruzzo Dop

    “L’estinzione è la regola. La sopravvivenza è l’eccezione”
  • Vinitaly 2019 e non solo

    A poco meno di una settimana dall’inizio della manifestazione di fama internazionale, Vinitaly, oltre a ricordarVi la nostra postazione, Hall12, Stand F2, (vicinissimi all’entrata di Re Teodorico), vi suggeriamo qualche idea per sfruttare la permanenza a Verona per visitare alcuni incantevoli luoghi o aderire ad alcuni degli eventi collaterali.

    Citta’ resa famosa dal romanzo “Romeo e Giulietta”, la deliziosa cittadina veneta, in occasione della fiera del nettare di Bacco si colora di etichette esposte in ogni vetrina e si anima di manifestazioni in piazza e lungo le sue strade.

    È sufficiente visitare il sito internet http://www.vinitalyandthecity.com per leggere a proposito delle numerose iniziative fuori dai padiglioni fieristici del Veronafiere.

    Se all’interno delle estese aree della fiera, ogni giorno produttori, consorzi e operatori del settore si adoperano per organizzare degustazioni, verticali, approfondimenti, non dimentichiamoci la bellezza di alcuni dei luoghi archtettonici facilmente raggiungibili a piedi e visitabili anche in poco tempo.

    Con piacere condividiamo un link https://luoghidavedere.it/luoghi-da-vedere-in-italia/veneto/itinerario-per-visitare-verona-in-1-giorno_1801 che può tornare utile a chi desidera unire un momento di business con qualche ora da turista… per non dimenticarsi poi dell’opportunita’ di ritagliarsi dei momenti di relax gastronomici in alcune delle numerose realtà ristorative che offrono piatti tipici come il “bollito con la salsa di pera’”, “Risi e bisi”, il “baccalà alla vicentina”…magari in abbinamento a qualche vino extraregionale… abruzzese?!

Torna in alto